Dedicato ai 50 anni di mia madre che mai compirà.

20150716_071436 (1)
I long for peace before I die All I want to know that you’re there You’re gonna give me all your sweet … Mother love

Nell’epoca in cui le donne hanno il terrore di invecchiare, sorrido pensando a quelle donne come mia madre che oggi avrebbe compiuto 50 anni, e che tale privilegio non lo ha avuto.

Mi chiedo sempre chissà come sarebbe stata oggi, è venuta a mancare che io ero bambina, avevo 5 anni quando scoprì di essere malata. Tutto avvenne in tempo record: le cure mediche, i farmaci, gli odori dei reparti ospedalieri che perforano le narici e che mai più dimenticherò….

Sono trascorsi molto velocemente 24 anni dalla sua scomparsa, ma la sua bellezza e spensieratezza aleggia ancora nell’aria… e in me.

Questa mattina mi sono messa a cercare nel “cassetto dei ricordi” qualcosa che le appartenesse strettamente. Ho trovato il suo block-notes, dove lei amava appuntare ogni emozione e poesie (ecco da chi ho ereditato la mia vena di “scrittrice”).

Scriveva così il 23 agosto 1981:

Certe volte basta poco per credere che la vita sia meravigliosa.

Certe volte basta un niente per far crollare tutto.

Ho visto un passero cantare felice,

una felicità in gabbia.

Ho visto un bimbo piangere chiamando la sua mamma.

Due ragazzi baciarsi, convinti di amarsi davvero.

Guardo il cielo riempirsi di stelle,

un giorno sta per finire,

un giorno come gli altri,

uno in più nella mia vita”…

Un giorno in più nella sua vita, un giorno da apprezzare, da usare per ricercare l’amore che si desidera, che lei stessa ricercava in ogni persona di cui si fidava e che poi, puntualmente, tradiva quella fiducia.

Forse era a un passo da quella tanto ricercata felicità quando scrisse una lettera, prima di morire, a Maurizio Costanzo.

Voleva parlargli di quella sua malattia che la affliggeva, in quelle poche righe descriveva la sua famiglia numerosa composta da 3 fratelli e una sorella oltre a lei, e diceva:

In tutte queste mie notti ho pensato e penso come, con quali parole scriverle la mia angoscia, i miei tormenti, come iniziare questa lettera perché ho paura, paura di non essere capita…”.

Prosegue poi: “C’è un altro perché nella mia lettera, perché io sto per morire e vorrei lasciare il mio testamento e non ho nessuno a cui lasciarlo e non ho una lira per andare dal notaio, di Lei mi fido e so anche che se dovessi morire fra 10 anni Lei farà in modo che venga rispettato”.

Costanzo non ricevette mai la sua lettera, come un fulmine che squarciava il cielo venne il giorno in cui i suoi occhi si spensero a causa di una malattia terribile, a soli 27 anni, strappandola alla vita che tanto amava.

E’ difficile accettare la morte di qualcuno così attaccato alla vita, quando vi sono persone che la buttano via.

Non ci sarà mai nessuno in grado di colmare quella mancanza, nessuno sarà mai come mia madre.

Era lei la bambina che piangeva chiamando la mamma, era lei quel passero in gabbia che cinguetta verso una felicità inarrivabile.

Sono certa che ora, dovunque ella si trovi, guardi ancora al mondo con quel suo sorriso, destinato a non essere cancellato, e che vive nei ricordi di quanti davvero l’hanno amata, come ME.

Love u always, Letizia Mattia

Photo: My Mother

Annunci

10 pensieri su “Dedicato ai 50 anni di mia madre che mai compirà.

    1. Amica mia, quanto hai ragione. Senza dubbio ogni nostro giorno riporta la benedizione di chi ci ha lasciati e continua ad amarci e questo, tu lo sai bene. Tutti i giorni sono duri, ma si diventa forti come hai detto! Ti abbraccio forte, grazie per il tuo intervento dal profondo del cuore. TVB, ora e sempre.

      Mi piace

  1. Ciao letizia io ho avuto il piacere di conoscere tua mamma era una persona stupenda dolce e una grande amica il duo ricordo vive sempre in me e non si può dimenticarla mai , tu le somigli molto un bacio grosso Letizia ciao

    Liked by 1 persona

    1. Rosalba che bello sapere che la conoscevi! Mi fa molto piacere ricevere queste tue parole. Sono stata una bambina fortunata ad averla come madre, era una donna sensazionale. Un abbraccio e grazie per avermi scritto, è stato emozionante!

      Mi piace

  2. E sufficiente leggere quello che scriveva tua mamma e quelo che scrivi tu, per capire quanto c’è in te della tua mamma.
    ..è veramente commovente e profondo .
    Un abbraccio
    Terry
    .

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...