La prima volta che misi una maschera… Confessioni di una Escort.

MASK

Mi trucco bene per uscire, il posto mi hanno detto che non è troppo lontano, lo raggiungerò con l’autista.

Si trova in aperta campagna, quindi in un luogo molto isolato.

Qualche tempo dopo arriviamo davanti a questa reggia che non ho nemmeno idea di chi sia e dove si trovi esattamente, conosco meglio il resto del mondo ma non l’Italia. Forse questa non è neppure l’Italia, siamo al confine con qualche luogo.

Mi stringo il polso per la tensione, il microchip è perfettamente installato, ormai è entrato nella mia carne al punto che non sembra io abbia subìto nessuna impiantazione.

Arrivo al campanello davanti a una guardia. Gli do il mio numero di pass, lo stesso codice che Samantha mi ha dato e che devo dare ogni volta me lo chiedano.

Entro nell’atrio e non mi capacito di quante scale debba fare per accedere a questo palazzo.

Avrà circa 80 camere, sembra la Reggia di Versailles, all’interno ogni ragazza naturalmente mascherata, è sottobraccio a qualche ricco esponente, non si sa neppure di cosa, ma di certo qui non troverò uomini senza risorse.

Si avvicina una donna che tiene sotto braccio un altro uomo. Si tratta di Samantha.

<<Ti presento Amanda Roberts, lei è la nostra new entry, sono sicura saprà soddisfare ogni tuo bisogno.>>

Entriamo in una grande sala con divani di velluto rosso e librerie di scaffali di faggio, in lontananza si ode una musica suonata al pianoforte, la “Sonata Clementi” op. 26 n°3, ci sono persone che fanno sesso sui divani, altri fanno orge, anche tra uomini.

Il mio uomo invece è un tipo solitario, lui preferisce i “rapporti a due”.

Ho imparato diverse cose sulle strane abitudini di certi membri, ed ho capito che in realtà la Massoneria è una parola che fa tanta paura ma non è così potenzialmente pericolosa come si possa pensare.

Erano famosi in passato per aver dato esilio e aiuto a coloro che dovevano essere processati, e per questo non erano ben visti neanche dalla Chiesa.

Ciò che non ti dicono e che non ho trovato neppure nel libro, è che ci sono membri aderenti a sette sataniche legate all’esoterismo e all’occultismo in un modo deviato, che lavorano alle spalle di importanti organizzazioni benefiche al solo fine di distruggere il lavoro di chi sta facendo il bene della comunità arricchendo se stesse.

Nulla di strano quindi, considerando che al mondo esiste la parte cattiva e la parte buona, e dentro quella buona c’è un insieme di cattiveria e bontà.

Tratto dal Capitolo Ventitreesimo de “Aldilà del muro-Diario e confessioni di una Escort” di Letizia T.

Photo: Internet

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...