Nonna Agnes

rokotov15

Il giorno in cui mia nonna morì colpita da un ictus mio nonno si era recato ad un importante seminario per il quale avrebbe dovuto assentarsi per tutto il giorno.

Nonna Agnes era molto adirata perché i miei genitori avrebbero festeggiato l’anniversario in un esclusivo ristorante prenotato dalla nonna solo per l’occasione ed egli non ne avrebbe preso parte.

Lui, che non amava feste e ritualistici cenoni organizzati, era solito rifiutare ogni forma di invito preferendo di gran lunga la lettura di un saggio in solitaria e un buon sigaro toscano, abitudine altrettanto da lei detestata.

Così era uscito nonostante l’avversione di Agnes.

Ricordo che ci recammo al ristorante perché non ci aveva aperto la porta di casa nonostante il nostro suonare insistentemente il campanello e pensammo fosse andata lì per farci una sorpresa.

Non vedendola arrivare capimmo che c’era qualcosa che non andava.

Tornati indietro a casa scoprimmo poi la realtà.

Un elemento mi colpì nel vedere il suo corpo riverso sul pavimento: non portava le scarpe e stringeva nella mano destra un piccolo ramo di ciliegio.

Fu un mistero che ancora oggi non riesco a spiegarmi.

Sparirono anche i suoi gioielli ed insieme ad essi anche Astasia, “Madame Chat noir”. Nessuno la vide mai più.

Bisognava informare nonno Nestor.

Prima di rincasare era passato a prenderle dei fiori per scusarsi. Ma al suo ritorno, non aveva più una moglie.

Ecco cosa fa il tempo: toglie e non restituisce.

Da “Il labirinto di orchidee” di Letizia T.

Immagine: Fjodor Rokotov, Ritratto di donna in abito blu con guarnizioni gialle (1760)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...